Sindrome di Bonnet: complesse allucinazioni visive

il sindrome del cofano È certamente insolito e i suoi sintomi sono estremamente rari. Coloro che soffrono, specialmente nel caso di anziani che soffrono di cataratta, glaucoma o versamento retinico, vedono immagini dai colori vivaci. La sindrome si chiama biologo e fisiologo Charles Bonnet (1720-1793), che lo descrisse per la prima volta nel 1769.

Il punto è che queste immagini le vedono solo quando sono in un ambiente tranquillo e buio. Come se fossero apparizioni del mondo di Mago di Oz. E le immagini sono generalmente figure di persone conosciute, ma basta chiudere gli occhi per un po 'e le immagini evaporano.

Ma ci sono altri casi ancora più bizzarri, come quello descritto nel neurologo olandese Dick Swaab nel suo libro Siamo il nostro cervello:

Una donna di ottantatré anni che durante la seconda guerra mondiale aveva partecipato attivamente al Februaristaking (sciopero del febbraio 1941) e che ora era praticamente cieca a causa delle cadute, disse a sua figlia in difficoltà che ogni volta che sbatte le palpebre vide svastiche. Quando la corteccia con cui vediamo normalmente non fornisce abbastanza informazioni attraverso gli occhi, le immagini iniziano a essere inventate.

Altre allucinazioni in montagna

Le allucinazioni possono essere causate da molte altre cause, come i sintomi di malattie neurodegenerative come la demenza con corpi di Lewy, l'Alzheimer o il Parkinson. La schizofrenia può anche essere una fonte di allucinazioni.

e in montagna, in solitudine e silenzio, in assenza di stimoli, il cervello inizia a immaginarli, come voci, presenze o il proprio corpo al di fuori di essi:

Ecco perché è molto interessante che i fondatori delle tre principali religioni del mondo abbiano trascorso un periodo di solitudine sulla montagna prima della rivelazione. Mosè ricevette i comandamenti dal Monte Sinai due volte dal Signore. (...) Mohammed vide l'arcangelo Gabriele quando era solo sul Monte Hira.

Video: What hallucination reveals about our minds. Oliver Sacks (Dicembre 2019).